Olivetti Audit 52

 

Scheda del prodotto


Costruttore: Olivetti
Categoria: macchina contabile
Luogo d'origine: Ivrea, Italia
Anno produzione: 1934


Descrizione

Le macchine contabili, siglate AUDIT, nacquero in Olivetti nel 1933; furono i primi apparecchi progettati per l’automazione del lavoro d'ufficio. Olivetti raccolse la segnalazione di numerosi clienti che avevano l’esigenza di redigere documenti contabili in cui fosse possi-bile inserire, nell’ambito di un testo, anche dei numeri - incolonnati o in tabella - ottenuti attraverso piccole elaborazioni. Questa cosa, prima di allora, necessitava di due apparecchi (macchina da scrivere e calcolatrice meccanica), con elevati ingombri e la concreta possibi-lità di effettuare errori copiando numeri da una macchina all’altra. Esternamente l’Audit 52 sembra solo un’elaborata macchina per scrivere, ma in realtà contiene, oltre alla tastiera alfanumerica, una serie di tasti per effettuare tabulazioni e addizioni/sottrazioni: calcoli elementari quindi, ma particolarmente utili nella registrazione di documenti contabili. I totali vengono visualizzati su dei totalizzatori miniaturizzati, sposta-bili in relazione al documento da completare ed in grado di gestire un conteggio in verticale e due conteggi in orizzontale. Questa caratteristica, unita alla possibilità di gestire, insieme alla scrittura di un giornale continuo, anche l’introduzione contempora-nea di un documento esterno (una scheda di magazzino, un documen-to per un ordinativo, ecc.), rendeva la macchina adatta a tantissime pratiche amministrative. Olivetti fiutò l’affare e portò avanti, a fianco della tradizionale produzione di macchine da scrivere, il filone della macchine contabili fino agli inizi degli anni ’80, attraversando vari tipi di tecnologie (meccanica, elettromeccanica, elettronica). Le macchine contabili scomparvero a favore dei personal computer, anche se gli ultimi esemplari prodotti da Olivetti andavano ben oltre la funzionalità “contabile”. Il successo delle Audit, quasi inaspettato in casa Olivetti, portò anche alle prime attività di studio e progetto per realizzare macchine calco-latrici automatiche, che diventeranno il core business aziendale a partire dagli anni ’50.


Particolarità

L’Audit 52 è motorizzata, ma solo per il ritorno carrello, le calcolatrici elettromeccaniche non erano ancora state concepite da Olivetti.


Restauro

La macchina è arrivata in uno stato pietoso.

La ruggine aveva intaccato quasi tutti i suoi componenti, rendendola assolutamente bloccata ed incapace di eseguire anche un minimo movimento. Si è dunque dovuti partire da un'operazione di bonifica, con smerigliatura con minitrapano per eliminare la ruggine e successiva ungitura con liquido lubrificante. L'operazione è stata lunga e laboriosa, ha richiesto più di un mese di lavoro nel tempo libero.
nella foto qui sotto si può notare la differenza dei martelletti prima del trattamento (a sinistra) e dopo.

Particolarmente complesso è stato ripristinare il complesso meccanismo che regola i calcoli, è possibile capire il perché vedendo lo stato dei totalizzatori:

La cosa complessa è stato anche capire il significato delle varie leve, dato che non esiste uno straccio di documentazione a spasso per il web.

 
 
Errore estrazione 1 Table 'Sql988639_2.visite' doesn't exist