Compasso di Galileo

 

Scheda del prodotto


Costruttore:
Categoria: Compasso calcolatore
Luogo d'origine: Padova, Italia
Anno produzione: 1597


Descrizione

Nel corso del Rinascimento furono molti i tentativi di elaborare uno strumento universale che permettesse di eseguire agilmente calcoli aritmetici e operazioni geometriche. Galileo rielaborò brillantemente alcuni spunti del suo tempo inventando il “Compasso Geometrico et Militare”, uno strumento con 7 linee proporzionali tracciate sulle gambe in grado di eseguire con facilità operazioni aritmetiche e geometriche: dal calcolo degli interessi all’estrazione delle radici quadrate e cubiche, dal disegno dei poligoni al calcolo di aree e volumi, dalla misura dei calibri al rilevamento del territorio. Lo strumento ottenne un discreto successo sia tra i sovrani europei sia nel mondo militare, Galileo pubblicò addirittura 60 copie di un opuscolo illustrativo venduto insieme ad altrettante copie del compasso, tutte realizzate a Padova da un artigiano di fiducia. Numerose furono le varianti che furono ideate in Europa nei secoli successivi.


Particolarità

I compassi calcolatori rimasero in uso fino al XVIII secolo circa, allorché prevalse la maggiore potenza dei regoli calcolatori, basati sui logaritmi. Questa riproduzione è fedele all'originale ed è realizzata in metallo, con scale autoadesive.

 
 

Questa pagina è stata visitata 427 volte dal 24-04-2018.