Olivetti Auditronic 770

 

Scheda del prodotto


Costruttore: Olivetti
Categoria: macchina contabile fatturatric
Luogo d'origine: Ivrea, Italia
Anno produzione: 1969
Dati tecnici: 1 KB di ram su memoria magnetostrittiva;


Descrizione

Le macchine contabili Audit Olivetti, richiestissime negli anni ’50 e ’60 per la loro flessibilità, potevano essere dotate di un perforatore di nastro cartaceo, ottimo per alimentare l’input degli elaboratori elettronici, che cominciavano ad apparire in quegli anni. Per rinnova-re il mercato, Olivetti introdusse nel 1969 l’Auditronic 770, la prima contabile elettronica che segnò un deciso punto di svolta per l’azienda. Malgrado possedesse ancora un gran numero di ingranaggi (soprattutto nella sezione di stampa, in grado di gestire ben 4 tipi di documenti diversi contemporaneamente), fosse rumorosa e richiedesse una manutenzione costante, la macchina era dotata di caratteristiche innovative: un kilobyte di memoria magnetostrittiva, cartucce a nastro magnetico cicliche ad 8 canali che contenevano vari programmi applicativi in dotazione (es. fatturazione, giornale, fogli paga, magazzino, gestione IVA), unità opzionale di Governo Linea Telefonica (GOL), che permetteva collegamenti come terminale per sistemi d’elaborazione real-time. Con l’introduzione dell’elettronica, si causò una drastica riduzione della vita utile del prodotto: mentre con le Audit meccaniche precedenti si parlava di 10-12 anni di tempo di vita utile, già dopo 5 anni Olivetti introdusse il nuovo modello di contabile (A7), molto più performante ed economico (grazie ai prodigiosi progressi tecnologici avvenuti) e quindi destinato a sostituire velocemente la A770. Questi avvenimenti stravolsero completamente l’azienda, che dovette modificare completamente i suoi cicli produttivi e progettuali, per evitare che la concorrenza di prodotti più tecnologicamente evoluti la facesse uscire dal mercato. Non ci si poteva più basare, come faceva Olivetti, su una professionalità sperimentale ed empirica acquisita, ai vari livelli dei tecnici e della manodopera operaia, attraverso una esperienza pluridecennale; proprio quest’esperienza consentiva negli anni un lento, ma costante lavoro di miglioramento dei metodi produttivi e di riduzione dei costi.


Particolarità

Il sistema contabile Auditronic 770 riscosse un largo successo su tutto il mercato europeo soprattutto per la flessibilità dei suoi programmi che potevano essere agevolmente adattati alle diverse situazioni settoriali. Anche l’ente spaziale americano, la NASA, dopo aver acquistato vari Olivetti Programma 101, il calcolatore da tavolo programmabile uscito nel 1965, acquistò diversi di questi apparecchi per i calcoli necessari nelle missioni spaziali.


Restauro

Il donatore aveva ricevuto la macchina in cambio di un lavoro fatto negli anni '70. Aveva conservato integra solamente la struttura in legno della scrivania, utilizzata come tavolo; il resto dei componenti era stato pazientemente smontato ed inserito in degli scatoloni. Al momento del recupero è però risultato evidente che buona parte dei pezzi era stato smarrito; si è pertanto deciso di conservare solamente quei particolari tecnologici che rendevano così unica la A770. Rimangono quindi l’incredibile memoria magnetostrittiva, le stravaganti cartucce a nastro ciclico, le schede elettroniche e la tastiera col display luminoso.



 
 

Questa pagina è stata visitata 143 volte dal 19-07-2018.